Come scegliere un’aspirapolvere robot

Ci sono diversi paramenti da prendere in considerazione nel momento in cui si deve scingere quale sia il robot aspirapolvere che risponde meglio alle proprie esigenze. Ecco una breve guida che può essere di grandissimo aiuta a capire verso quale prodotto orientarsi.

Il sistema di aspirazione

L’aspirapolvere robot è un elettrodomestico che può avere o meno l’effettiva aspirazione. La maggior parte dei modelli convogliano solo le polvere e gli altri residui verso il centro senza però avere una potente aspirazione. Chi in casa ha molto sporco, dovrebbe preferire un modello top di gamma che abbia un’effettiva aspirazione. I modelli con il risucchio potenti sono indicati per chi ha una casa che si sporca molto in fretta, magari perché la famiglia è grande o ci sono molti animali domestici. Le migliori recensioni robot aspirapolvere e lavapavimenti aiutano sempre a capire qual è il prodotto verso quale orientarsi.

La durata della batteria

Un fattore davvero indispensabile che distingue i prodotti migliori è la durata della batteria. Perché un robot appisolerei possa essere considerato davvero valido e di aiuto, deve per forza avere una batteria che dura molto. Soprattutto chi ha una casa di grande metratura, non può sottovalutare questo aspetto. Se la batteria dovesse durare poco, allora significa che il robot non riuscirà a passare in tutta la casa senza doversi fermare per la ricarica. È anche importante che l’aspirapolvere robot possa andare da solo nella sua stazione di ricarica, senza che si spenga in mezzo alla casa e poi riprenda il lavoro una volta che ha raggiunto un buon livello.

La possibilità di piazzare limiti

Un aspirapolvere lavora meglio su piccole superfici alla volta invece he su grandi zone. Alcune persone risolvono il problema chiudendo il robot in una stanza. Chi però ha degli spazi un po’ più vari, avrà necessità di mettere i cosiddetti muri. Si tratta di piccoli congegni contenuti nella confezione dell’aspirapolvere che mettono dei limiti oltre i quali il robot non va. Impostare i muri è davvero facile e consente di avere una pulizia più precisa.

I sensori per non sbattere

Il robot ha dei sensori che hanno lo scopo di non farlo sbattere ovunque in giro per la casa. I sensori devono essere accurati affinché il robot non si danneggi andando a sbattere. Il robot è autonomo e gira per la stanza secondo un certo programma. Non è però possibile dire al robot che tipo di percorso deve fare e quindi non si concentra su dei punti particolarmente sporchi, come quando si passa in autonomina l’aspirapolvere di tipo tradizionale. Non ci sono però solo sensori per evitare di sbattere ma anche sensori che riconoscono le diverse superfici, come il tappeto potendolo pulire al meglio.

Le funzionalità extra

Un altro modo per scegliere un robot aspira pavimenti è controllare le funzionalità extra. Nel scegliere un robot è importante considerare se ci sono funzionalità extra e quali sono di preciso. Alcuni modelli permettono anche di lavare il pavimento e questa è una funzione davvero di aiuto che aiuta ancora di più a snellire le pulizie.